Per una ricerca efficace

Per una ricerca efficace

Casalgrande Padana, Panaria Group, Unieco, Emak, Walvoil, Comer Industries, System Logistic, Arag, Landi Renzo, Refin, Re:Lab, Eletric 80, Argotractor, Ognibene: sono aziende del territorio reggiano molte delle proponenti dei progetti già approvati dalla Regione Emilia-Romagna in un bando presentato nei giorni scorsi a Bologna dall’Assessore regionale alle Attività Produttive Gian Carlo Muzzarelli» afferma Giuseppe Pagani (PD), Presidente della Commissione Turismo, Lavoro, Scuola, Formazione e Cultura.

Complessivamente, la Regione ha messo a disposizione oltre 22 milioni di euro per sostenere la ricerca e l’innovazione dei distretti produttivi. I progetti finanziati consentiranno un salto di qualità alle aziende proponenti e ai loro partner. «Si tratta di un pacchetto di misure per stimolare l’innovazione e gli investimenti delle imprese, per trasformare le idee in prodotti. Per superare la crisi – ha proseguito Pagani – occorre stare a fianco del sistema produttivo, sostenendo la debole ripresa in atto. Le risorse regionali finanziano concretamente la ricerca assicurando a centinaia di giovani ricercatori un lavoro di qualità per loro e per la comunità emiliano-romagnola». Obiettivo del bando è infatti quello di promuovere la nascita o la rifinalizzazione di laboratori di ricerca, centri di competenza e di alta specializzazione delle imprese più significative, innovative, dinamiche e impegnate nella ricerca e sviluppo dei principali distretti/filiere produttive regionali, in connessione con la “Rete regionale dell’alta tecnologia”.
Complessivamente, sono 35 i progetti di ricerca per la nascita e la qualificazione di laboratori e attività di ricerca delle imprese delle principali filiere produttive dell’Emilia-Romagna, i quali attiveranno investimenti complessivi di oltre 55 milioni di euro, una fetta consistente dei quali (circa 8,5 milioni) destinati ad assumere nuovi ricercatori.

«Sono attualmente in fase di valutazione altri  progetti di reti di imprese – conclude Pagani – che spaziano dal manifatturiero al settore delle costruzioni, sino ai servizi avanzati.  Di questi sono reggiani e la Regione Emilia-Romagna contribuirà complessivamente per altri 12 milioni di euro reperiti, nelle prossime settimane, con l’assestamento di bilancio».

Condividi:

Scritto da: Redazione

Permalink articolo , i trackback sono disattivati.